COME ESSERE PIU’ SEDUCENTI

70da32ec377faa68534d7b346c98c510

Cosa fare per essere sexy, come cercare di essere più seducente e attraente, come comportarsi per essere in un certo senso al centro dell’attenzione? È una domanda che si fanno un po’ tutte le donne, giovanissime, giovani e meno giovani, single o impegnate perché alla fine, essere desiderate, ammirate, è sempre una sensazione piacevole, a prescindere poi dal fatto se si è disponibili o meno, e per disponibili si intende il fatto di non avere alcun legame sentimentale in quel momento. Sapere di essere osservate, di essere in un certo senso al centro dell’attenzione, è in tutti i casi il desiderio di molte, e questo non è solo una esclusiva femminile, perché anche per gli uomini alla fine è la stessa cosa.

In realtà bastano poche cose, pochi piccoli accorgimenti o modi di fare, per riuscire nel proprio intento, perché una donna, comunque, non passa mai inosservata, e quindi basta solo fare in modo che il normale interesse diventi qualcosa di più. Molti psicologi e sociologhi hanno studiato certi comportamenti e uno studio dell’Università di Rochester ha stabilito che anche il colore dell’abbigliamento è importante e, nella fattispecie, il rosso è quello che attira di più, è un po’ come agitare un drappo di quel colore davanti al toro, ed ecco che come per magia, si hanno il 56% in più di probabilità di essere notate e di far colpo.

Ma molto probabilmente è lo sguardo ciò che riesce a fare più vittime, diciamo così, perché lo sguardo è in sostanza lo specchio dell’anima, e sapendolo usare nel modo giusto si riesce ad entrate più facilmente nel cuore di colui a cui è indirizzato. Non una occhiata fugace, intendiamoci, bensì uno sguardo persistente, penetrante, di  quelli che dicono tutto, perché uno sguardo così, ancorché prolungato, attira molto più di un abito succinto. Lo sguardo parla, dice tante cose, fa volare l’immaginazione, ed è anche facile che possa venire frainteso.

Il linguaggio del corpo, così come quello degli occhi, è un altro fattore da non sottovalutare. Secondo una recente ricerca condotta presso l’University of California Medical School, San Francisco, si è più attratti dalle persone che sono animate sia nel corpo che nel volto, delle persone che usano le mani per parlare, per lanciare messaggi. Sempre secondo questa ricerca, se parlando con qualcuno ci si tocca il collo o la clavicola, si trasmette un messaggio di disponibilità mentre, al contrario, se parlando con un uomo gli si tocca l’avambraccio, gli si comunica che si è impegnata.

Se si vuole attrarre l’attenzione, la posizione eretta è decisamente la più indicata, perché non solo ci si mostra nella propria interezza, ma soprattutto perché solitamente si porta maggiore attenzione a chi è in posizione più elevata, rispetto a chi è in una posizione più bassa. Del resto, quando ci si muove, si cammina, si guarda solitamente davanti a sé, ad altezza d’uomo come suol dirsi, e difficilmente si guarda in basso, per cui ha maggiore importanza chi è in piedi rispetto a chi è invece seduto.

Naturalmente, l’altro senso importante è l’olfatto, per cui in ruolo importantissimo lo svolgono i profumi, gli odori. Mai eccedere, ma utilizzare il profumo quanto basta per attrarre l’attenzione, per far girare la testa anche a chi in quel momento è distratto o intento a fare qualcos’altro. Il profumo va quindi scelto con molta attenzione, scartando quelli troppo penetranti al pari di quelli che sfumano troppo rapidamente senza quasi lasciare traccia di sé.

La seduzione è un’arte, è forse lo stratagemma più antico che possa esistere, è il modo per ottenere ciò che si vuole, non solo in campo sentimentale, ma anche in ambito lavorativo, tutti i giorni, per ottenere di essere trattati con un occhio di riguardo in una qualsiasi occasione, per essere serviti prima al bar o in qualsiasi altro locale, è in definitiva una sorta di lasciapassare.